Crea sito

BENVENUTO NEL NOSTRO SITO

=========================

Over 40

Con il CRA Regione l'Orione cala il poker 4 a 0

Il secondo posto in classifica garantisce la semifinale.

Un Giuliano Melis formato saracinesca mantiene inviolata la porta dell'Orione.

Posticipo determinante, quello in programma al "Monteclaro" di Cagliari. una vittoria sui regionali garantirebbe il secondo posto e l'accesso alla semifinale a discapito dei rivali di sempre Maccioni Marmi.

La brillante affermazione degli uomini di Adriano obbliga ad un turno supplementare, gli antagonisti storici. Inutile dire che tutto il gruppo dell'Orione manda i "sinceri" auguri ai settimesi, affinche superino agevolmente lo scoglio della qualificazione.

La  formazione iniziale vede: Giuliano Melis in porta, Luca Saba, Peddis Sanna e Vacca in difesa, Capitan Sotgiu, Locci, Tolu e Corona a centrocampo, Giuliano Saba e Deiana in attacco. Il Cra mostra da subito un buon controllo della palla, scambi brevi e precisi fanno venire in mente il tiki-taka iberico; ma il tutto è fine a se stesso, mai che l'azione sia portata fin dentro l'area avversaria. Di ben altro tenore le azioni dell'Orione, seppur non scoppiettanti, si dimostrano di ben altra efficacia. Siamo solo al serttimo minuto quando Massimo Deiana pesca libero Giuliano Saba nella metàcampo dei bianchi, tutto solo davanti all'estremo difensore non ha difficoltà a traffiggerlo. Tutte le azioni dell'Orione danno la sensazione di concretezza e il raddoppio è nell'aria quando Giuliano Saba al 18' realizza la doppietta su assist di Ulisse Tolu. Passa un solo minuto e Luca Saba entra in contrasto con un avversario nel limite della propria area di rigore, il fischio del direttore di gara fa subito pensare ad una punizione dal limite e grande è lo stupore quando indica il dischetto del rigore. Sono pochi i secondi a disposizione per Giuliano Melis per raggiungere la concentrazione necessaria per affrontare la massima punizione; ma dalla panchina si ha subito la sensazione che siano sufficienti al goal-keeper dell'Orione. Il suo scatto rabbioso, prima intercetta il tiro avversario e poi, anticipando il ritorno dell' attaccante, velocemente ghermisce il pallone tra le sue braccia.

Il primo tempo termina così sul 2 a 0 e il rientro negli spogliatoi è più sereno.

L'inizio del secondo tempo vede Ulisse trasformarsi da assist-man in implacabile realizzatore, scagliando in rete, con incredibile determinazione, un preciso suggerimento di Corona. Altra prodezza di Giuliano Melis, che si oppone ad un avversario che gli giunge davanti solitario.

Nel frattempo è giunto sul campo anche Roberto Melis che, dopo pochi minuti dal suo ingresso, mette il proprio sigillo sulla gara siglando il quarto goal su imbeccata di Ciccio Belfiori.

Missione compiuta ed ora sotto a chi tocca.

(GM)

=========================

Over 45

Ci vuol più di un buon fisico per battere questo Orione

Per Marci ci vuole l'esorcista.

 

Alle 16,15 di un tiepido pomeriggio di inizio aprile, l’Over 45 Amatori Orione, gioca per il record.
Arrivare primi con qualche giornata d’anticipo, imbattuti e dare così la migliore immagine di se.
Freddi calcolatori e vincenti.
L’allenatore dell’allegra brigata non lascia nulla al caso. Ha voluto che tutti si allenassero con dedizione durante tutta la settimana per arrivare preparati all’ennesimo confronto che, come sempre, non è mai dal risultato scontato.
Gli avversari odierni, Bonaria, navigano in fondo alla classifica ma fisicamente sembrano averne di più.
Dopo le prime battute si capisce però che solo il fisico non basta.
Perseu affida la cabina di regia a Giuseppe Mura e dalle sue sapienti manovre arrivano ottimi palloni sia ai fratelli Pusceddu che a Roberto Frau. Con Busa e Muzzeddu che a vicenda si portano in zona d’attacco.
Il piatto forte della giornata è Gianni Trottolino Marci, schierato dal primo minuto, diventa da subito incontenibile.
La fiducia del mister è ben riposta perché si rende subito pericoloso al centro dell’area.
Per niente spaventato dai due difensori ben più alti di lui, riesce in due occasioni ad incunearsi fino alla linea di porta. Il provvidenziale portiere prima e l’anticipo di un difensore subito dopo,  sventano la terribile minaccia selargina.
Il tabaccaio però, ha acceso il cerino e l’acqua bolle.
Su cross di Frau, Gianni è lesto ad anticipare tutti e ad infilare in mezza rovesciata di sinistro il gol del vantaggio.
Galvanizzato è ancora pericoloso in area quando il portiere deve uscire sui suoi piedi per anticiparlo.
Bonaria tenta qualche timido approccio verso la porta avversaria ma Iron Margini e Cesarone Rundeddu e Pierluigi Badas, non sono facili da superare. Fanno buona guardia su tutta la linea e Paschina può godersi il sole in faccia.
Al riposo un rapido saluto ai numerosi sostenitori accorsi a bordo campo per poi ristorarsi con l’immancabile bevanda calda.
Nella ripresa gli animi si scaldano in maniera incomprensibile.
Non c’è ragione davvero ma tanto è! Ne fa le spese un nervoso Roberto Frau che si becca il giallo in faccia da un arbitro che non è sembrato perfettamente in sintonia con la partita. E’ Margini che cerca di farlo ragionare andandogli a parlare fino alla zona d’attacco. Il buon capitano non lascia la sua ciurma in balia dei marosi.
Le recriminazioni hanno il loro effetto. Da li in poi il clima si distende e l’Orione continua le azioni di gioco ben manovrato.
In una di queste, su tentativo in area da parte degli attaccanti selargini, la difesa fa quel che può, anche con le mani.
L’arbitro decreta senza indugio il penalty.
Alla battuta Luciano Pusceddu.
Tiro inguardabile. Il risultato rimane sull’1 a zero. Non c’è bisogno di altro commento.
La partita non è stata bella, non come di solito sono le partite dell’Over 45.
Serviva il bottino pieno e così è stato.
A fine gara, Marci, braccato dagli uomini dell’antidoping, riesce a far perdere le proprie tracce.
JGM

=================================

Prossimo turno

Over 45    

Sabato 26 Aprile

 AMATORI ORIONE -- MASNATA B

ore 15.00  Campo Comunale SELARGIUS